LOL V. STEIN,
Foto per un film mai realizzato.

Based on the book “The rapture of Lol V. Stein “,Marguerite Duras.
Pictures taken in view of an experimental film even made.
The opening scene is a dance party where the young Lol Valerie Stein take part with her fiancé,but at certain point he enters the scene with an older woman with who he dances passionately.
Lol see them and fall on the floor,unconscious.
She starts,after this night,a mad life,she lives completely in an other dimension,not real,where she is caught;she is unable to achieve her maturity and her identity is interrupted.
Lol is a figure between that she was and that she should have been,she is as a reflection of herself and this would be the subject of this project. Lol is a symbol of a research on the feminine identity,she can represent the Imagine such as for Duras she has represented the Word and the dimension where she lives could be the same dimension of the records such as of the Art.
Duras wrote:”She is for you,Lol V. Stein,she is what you want to do with”

Inspirato al libro di Marguerite Duras, “Il rapimento di Lol V. Stein”,  il progetto prevedeva la realizzazione di un film sperimentale.

Trama
La scena iniziale si apre su una serata danzante a cui Lol Valerie Stein partecipa insieme al suo fidanzato, ma ad un certo punto, quest’ultimo entra in sala in compagnia di una donna con la quale inizia a danzare con trasporto. Lol non riesce a sopportare la scena e cade a terra svenuta. Inizia la sua vita da folle, in una dimensione irreale, di indefinitezza dove resta sospesa. La sua identità rimane irrimediabilmente tronca, incompleta, a metà tra ciò che era e ciò che avrebbe dovuto essere;donna mai compiuta, Lol resta un riflesso della vita, un fantasma di sé stessa.

Il progetto fotografico si concentra su questa fantasmagoria, su questa indefinitezza che rasenta quasi l’inesistente. Figura emblematica nella ricerca sull’identità femminile, per Alìta, Lol V  rappresenta l’immagine, la sua natura sfuggente ed evanescente che abita la dimensione del ricordo, la stessa da cui proviene l’Arte.

“ELLE EST A VOUS LOL V. STEIN C’EST CE QUE VOUS EN FAITES.” M.D

Attrice: Laura Ginocchio
Pellicola bianco e nero e colori; Polaroid.